Storia e caratteristiche dell'uomo medievale che visse tra il 476 d.C. fino al 1492. La società settecentesca era molto statica, era cioè molto difficile passare da un ordine ad un altro. : "scudi dell'esercito"). Questo portò per tutto il medioevo a dei vincoli personali tra il signore e il vassallo. Il Sachsenspiegel, il libro di diritto sassone, ritrae la società dell'impero medievale come divisa in sette livelli militari feudali o Heerschilde (lett. La raccolta delle rape era una importante scadenza nel calendario agricolo per il ruolo fondamentale nel sostentamento alimentare dei ceti rurali. La società era pure statica, cioè non c’era apertura sociale. La società egizia era divisa in caste ognuna delle quali rappresentava una classe sociale, ovvero un gruppo di persone impegnate a svolgere lo stesso tipo di attività o occupante lo stesso ruolo nella società. Gli ordini esistenti riecheggiavano l'antica tradizione medievale della gerarchia sociale tripartita in base alle funzioni: pregare, combattere, lavorare. Mentalità, paure e rapporto uomo-natura nel Medioevo Ma come viveva un contadino medievale? LA SOCIETA’ FEUDALE È GERARCHICA Dominata dal sovrano a cui i nobili devono FEDELTA’ in cambio di benefici FEUDO proprietà terriera concessa dal signore al suo VASSALLO. Nell’Europa medievale la società era organizzata secondo il sistema “feudale”, basato sulla concessione di terre e castelli in cambio della prestazione di servizi al sovrano. Caso diverso per la frutta: i frutteti come colture autonome erano poco diffusi nel Medioevo dove era più frequente trovare alberi da frutto nei campi fra i … di altezza; tra le sue mura sorgeva il Tempio, centro religioso di tutto il paese. Questa Heerschildordnung era una gerarchia che determinava lo status di un nobile e non era basata su criteri militari [3] . Ordini e privilegi della società del Settecento. La società medievale era divisa in tre classi proprio come la Santa Trinità: – In cima c’era la Chiesa, formata dagli oratores, intesi come coloro che pregavano e fungevano da collegamento tra gli uomini e Dio; – Poco sotto c’erano i bellatores, i combattenti, ai quali spettava il compito di difendere la fede cristiana con la spada; Si trattava di caste molto rigide dalle quali era praticamente impossibile spostarsi. LA SOCIETA’ FEUDALE. Gli ordini erano: la nobiltà, il clero e il terzo stato. LE CITTÀ PRINCIPALI La città più importante era Gerusalemme, una delle più antiche del mondo: si trovava in Giudea a circa 750m. La prima germanizzazione dell'Italia parte dalla dominazione vandala della Sicilia nel 440, con la conquista da parte del re Genserico, e si concluse tra il 484 e il 496, sotto il regno di Guntamundo, che perse l'ultima città vandala nell'isola, Lilibeo.. Genserico divenne re nel 428, alla morte del fratello Gunderico. Dopo aver conquistato tutto il Nordafrica, nel 440 si unì ai berberi. La società dell’antico regime non era divisa in classi, ma in ordini. Il concetto di classe è un concetto economico e sociale, mentre il concetto di ordine è un concetto di tipo giuridico, che è regolato quindi da un sistema di leggi. Come conseguenza fondamentale della frammentazione politica, nel Medioevo esiste una società gerarchizzata, in cui si delineano precisi confini sociali, in cui i vari ceti sociali sono delle vere e proprie caste chiuse. Per i samaritani, il centro più importante era la città di Samaria, anh’essa molto antia.